I quaderni di Agnese
Ed. Fiordaliso 2005
Esperienze di scoutismo ideate da Agnese, facendo passare le idee per le mani e per i piedi, ma soprattutto per il cuore.

A questo link è possibile scaricare gratuitamente “I quaderni di Agnese”.

Agnese Baggio – Ernesto Balducci. Lettere 1950-1979
a cura di Nicoletta Silvestri e Antonio Giolo, Edizioni Cultura della pace, San Domenico di Fiesole 2001.
L’edizione del carteggio è stata promossa dal Centro Studi Agnese Baggio e dalla Fondazione Ernesto Balducci. L’epistolario documenta l’amicizia di Balducci con Agnese Baggio Figarolo del Groppello, un’aristocratica di origine piemontese conosciuta da Balducci a Firenze nel salotto della marchesa Lina Trigona, dove nei primi anni Cinquanta lo scolopio teneva incontri su tematiche religiose e bibliche ad un pubblico femminile che egli stesso definì “altolocato e di orientamenti politici sicuramente di destra”. Le lettere in prevalenza riguardano gli anni Cinquanta e i primi anni Sessanta. Si tratta di una “corrispondenza spirituale” di particolare interesse per il rapporto paritario che, proprio sul terreno della spiritualità, si instaura tra il sacerdote e una donna laica, sia pure facente parte del Terz’ordine carmelitano. Le lettere della Baggio evidenziano un interesse della donna alle religioni orientali che in qualche modo influenza lo stesso Balducci. Due introduzioni, di Antonio Giolo e di Nicoletta Silvestri, contestualizzano il carteggio nel percorso biografico e culturale dei protagonisti. Nelle ultime pagine è pubblicato un testo di Balducci con il titolo ‘In ricordo di Agnese Baggio’ e una bibliografia degli scritti della Baggio.

Estratti dalle Lettere:
Agnese Baggio
“Le sono grata per le sue righe e per il conforto che mi hanno portato (…). È così
bello potersi muovere con fiducia e tranquillo abbandono, non solo nel presente, ma
anche nell’eventualità di qualsiasi futuro. È un privilegio che rende trasparenti
anche le più angosciose oscurità. Oscurità rese più difficili da sopportare della
stanchezza… Ho la sensazione che mi sia stato messo tra le mani uno strumento
prezioso, e sono triste di esser capace solo di sostenerne il peso e scorticarmi le dita
alle sue corde”.

Padre Ernesto Balducci
“Non è vero che lei non dà. Avrei tanti argomenti per smentirla (…). Prendiamoci
così come siamo: una povera resultante della Grazia infinita e della corrispondenza
miserevole. Non tocca a noi misurare ciò che siamo, mentre è dover nostro misurare
ciò che diamo: poco, in ogni caso. È tra il dare e l’essere c’è un legame di
reciprocità; ma l’unico termine che in qualche modo cade sotto la nostra esperienza
è il “dare”. Sia generosa di sé. Per mio conto sono felice solo quando mi dimentico
per amore degli altri”.

Fiabe
Le fiabe sono state create per ambientare le attività particolari adatte al Cerchio di Coccinelle che
Agnese Baggio seguiva. L’atmosfera di fiaba aiutava le bambine a recepire un messaggio
particolare in modo piacevole.

  • La fiaba del vecchio del bosco
  • Seriolina è guarita, perché?
  • La storia di Alexandra: 1) Alexandra, 2) Siamo piccole, eppure… 3) I “piccoli esseri misteriosi”
  • I tiri burloni
  • La fiaba del vecchio mulino
  • La fiaba del Fiore Selvatico
  • Spirito di gioco, gioco dello Spirito
  • Posso giocare con te?

Qui è possibile scaricare:

Agnese Baggio, Dove abita lo Spirito, esperienze di Dio in Oriente e in Occidente
Ed. Apogeo 2014
Negli anni ’80 del secolo scorso Agnese Baggio scrisse per la rivista Il Gallo di Genova una serie di
articoli sulle filosofie-religioni orientali, da lei studiate e amate in gioventù, e su alcuni mistici
occidentali.
Questi articoli sono stati raccolti in un volume “Dove abita lo Spirito, esperienze di Dio in Oriente e
in Occidente”, edito da Apogeo. Il tema conduttore del libro può essere descritto come i “Mistici
alla ricerca del senso della vita” poiché questo è il tratto comune che unifica i diversi profili di
“uomini assetati di Assoluto sia in Oriente che in Occidente”, descritti da Agnese Baggio.
Questa sintetica ma profonda riflessione sulle affinità e sulle molteplici, spesso ignorate,
convergenze tra diversi mondi spirituali, acquista oggi un significato particolare in un momento che
vede aumentare le occasioni di incontro ma anche le manifestazioni di intolleranza religiosa e
culturale.

This image has an empty alt attribute; its file name is 1.doveabitalospirito.jpg

Qui è possibile scaricare:

Articoli su Agnese Baggio, in occasione del 100° anniversario della sua nascita

  • Fiorella Libanoro, Un’adriese di adozione, Numero Unico del Settembre adriese, Pro loco di Adria, 2012;
  • Fiorella Libanoro, Agnese Baggio, dare un senso alla propria vita, REM, dicembre 2012.

Diario di due anni di Doposcuola Interculturale

Di due anni di doposcuola interculturale, 2008-2010 è stato scritto da Fiorella Libanoro un Diario: